giovedì 6 settembre 2018

Francesco si dimetterà o gli aiuterà una mano forte?

L’arcivescovo Vigano ha chiesto a Francesco e ai gerarchi di abdicare per aver coperto i crimini omosessuali e pedofili. La mano forte delle élite sovranazionali non aiuterà certamente a Francesco di dimettersi, ma piuttosto lo consoliderà.

Durante la sua visita in Irlanda, Francesco promosse apertamente l’omosessualità perfino tra i minorenni. Egli ha proibito ai genitori di educare i loro figli secondo i comandamenti di Dio. Si oppone così a Dio e alle sue leggi come eretico manifesto.

Qual è il dovere primario dell’autorità suprema nella Chiesa? Difendere la dottrina e la morale ortodossa!

Durante la sua visita in Irlanda, Francesco doveva incoraggiare i genitori a dare ai loro figli un’educazione adeguata. Questo è il loro dovere primario di rendere felici i bambini sia sulla terra che dopo la morte. La migliore dote di un bambino è una buona educazione. L’uomo è macchiato dal peccato originale – la fonte del male. Un individuo maleducato e demoralizzato è un potenziale criminale. Francesco, tuttavia, rifiuta una sana educazione, anche se essa è necessaria. Gesù dice: “Rinunci a te stesso …” (Mt. 16, 24-26). Francesco difende esattamente l’opposto: non insegnare ai bambini a negare il male, ma piuttosto “fare loro spazio” per accettare pienamente la perversione programmata dagli attivisti gay.

Citazione dai mass media: “Il Papa ha parlato in difesa dei minori che hanno deciso di cambiare il proprio orientamento sessuale”.

Commento: Il paradosso è che Francesco non ha parlato in difesa dei minori contro gli attivisti gay. Al contrario, si è schierato contro i genitori che proteggono i loro figli dalla perversione sessuale. Come può un bambino esposto al terrore di un’intensa propaganda omosessuale prendere una decisione libera e responsabile?

Citazione dai mass media: “Secondo Francesco, i genitori non dovrebbero ignorare l’orientamento sessuale dei loro figli e dovrebbero cercare di capirli e fare spazio perché si esprimano”.

Commento: Se questo fosse affermato dal leader dei satanisti, lo capiremmo. Ma non possiamo capire che questa è una dichiarazione del leader della Chiesa. Fin dalla giovane età – fin dalla scuola materna – le menti dei bambini sono instillate con l’atteggiamento che non sono né maschi, né femmine ma possono scegliere e cambiare il loro orientamento sessuale. Questo è un crimine di deformare le menti dei bambini con lo scopo di demoralizzarli. Di conseguenza, i bambini sono persino costretti a un trattamento ormonale e a un’operazione di cambio di sesso! E in questa situazione Francesco chiede ai genitori di cercare di capire i bambini manipolati e di fare loro spazio per sviluppare la perversione programmata invece di aiutarli a confutare in tempo queste menzogne. L’atteggiamento e le dichiarazioni eretiche di Francesco sono contrarie ai comandamenti di Dio e, inoltre, promuovono i crimini contro l’umanità.

Francesco “pentito” si scusò per le sofferenze causate dai crimini di numerosi preti omosessuali. Tuttavia, allo stesso tempo, egli stesso difende crimini molto più grandi, il cui frutto è la sofferenza di massa di bambini indifesi. La promozione dell’omosessualismo comporta anche il furto di bambini da parte del sistema di giustizia minorile e la loro devastazione psicologica e morale. I bambini rapiti vengono abbandonati per la cosiddetta adozione preferenzialmente agli omosessuali e ai pedofili. Francesco è colpevole di complicità in questi crimini contro i bambini, poiché li sostiene non solo dal costante silenzio. Le sue scuse strazianti in Irlanda non sono altro che l’altezza dell’ipocrisia e della manipolazione!

Invece di rimproverare i genitori, Francesco dovrebbe condannare pubblicamente l’ONU che sta programmando l’immoralità suicida nel sistema educativo su scala mondiale.

Francesco va di pari passo con la corrente principale del terrore amorale che mira alla distruzione dell’umanità e la conduce alla condanna eterna.

Secondo la Sacra Scrittura e la bolla dogmatica, Francesco viene scomunicato dalla Chiesa (cfr. Gal 1, 8-9 e bolla Cum Ex Apostolatus Officio); pertanto, l’appello di arcivescovo Viganò per le dimissioni di Francesco è del tutto appropriato.

L’avvertimento di Dio è estremamente attuale anche oggi: “Proprio come Sodoma e Gomorra e le città circostanti, che similmente si abbandonavano all’immoralità sessuale e perseguivano il desiderio innaturale, servono come esempio, subendo una punizione di fuoco eterno” (Gd. 7).



+ Elia

Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino

+ Metodio, OSBMr + Timoteo, OSBMr

Vescovi segretari del Patriarcato Cattolico Bizantino


http://vkpatriarhat.org/it/?p=4873

Nessun commento:

Posta un commento